Taglieri da cucina, indaghiamo pro e contro

Cuoca sorride con tagliere

Taglieri da cucina, chi non li usa ?

Quanti sono a conoscenza che non esistono solo quelli in legno o in plastica ?
Quanti di voi sanno che in base al tipo di forma e materiale sono più o meno specifici per un determinato ingrediente?
Probabilmente tutti quando ci cimentiamo tra i fornelli ci serviamo di questo strumento.
I Taglieri da cucina sono uno strumento incredibilmente utile nell’arsenale di ogni tipo di cuoco.
Il tagliere chiamato anche asse da cucina o in inglese chopping board è un prezioso strumento che viene impiegato in cucina. Comunemente ha una forma rettangolare, talvolta è provvisto di manico e viene impiegato per affettare le pietanze. Il suo scopo è molteplice in quanto, può fungere da separatore di batteri tra il cibo e le superfici, non danneggia il filo dei coltelli, evita che i piani di lavoro possano graffiarsi, o può anche fungere come piatto di portata, ad esempio per salumi o formaggi.

Cosa dobbiamo ricercare in un tagliere da cucina?

tagliere con cassettini

Dato che i taglieri sono utilizzati quotidianamente, trovare quello adatto vi aiuterà con il taglio del cibo e la sua preparazione. Secondo le regolamentazioni del HACCP i taglieri durante il loro normale utilizzo non devono avere solchi maggiori di 2mm, questo per evitare che si incanalino batteri o altri agenti dannosi.
Per procedere alla pulizia di un tagliere basterà lavarli con acqua tiepida senza detersivi.
Importante è lasciar asciugare il tagliere in modo naturale e in maniera verticale evitando eventuali deformazioni.
Forse non tutti sanno che ce ne sono di tutti i tipi, forme, dimensioni, di differenti materiali pieghevoli e non.
Ad esempio avere un materiale più performante vi renderà le cose più semplici per tante diverse ragioni.
Analizziamo con attenzione i differenti materiali con cui vengono realizzati.
In genere i materiali con cui vengono realizzati sono, silicone, polietilene, bamboo, marmo, acciaio inox, vetro e legno

taglieri di materiale legno vari tipi

Taglieri da cucina, ne esistono di svariati materiali

taglieri bellissimi in marmo verde

Essendo disponibili in vari materiali, ogni opzione porta con se vantaggi e svantaggi.
C’è molto che dovresti sapere prima di scegliere il tuo compagno di taglio in cucina.
Bisognerebbe disporre di un tagliere di qualità per soddisfare le tue esigenze di preparazione delle pietanze senza danneggiare i tuoi coltelli.
Ma non solo sarà importante che richieda la minor manutenzione possibile, e che sia pratico da pulire. Nonostante molte persone scelgano i tradizionali taglieri in legno esistono altri tipi di materiali, che per proprietà e caratteristiche possono avere la nostra attenzione.
Anche se sarai in grado di trovare altre tipologie sul mercato le principali sono quelle che abbiamo descritto in precedenza. Potrai sentirti spaesato di fronte a una miriade infinita di prodotti diversi sia come caratteristiche che come prezzo. Niente paura in questo articolo andiamo insieme a esplorare nel dettaglio i materiali e analizzeremo pro e contro di ogni tagliere.

Taglieri in Bamboo

tagliere in bamboo

É stato ritenuto da molti uno dei migliori materiali per tagliare alimentari.
Per queste ragioni moltissime persone l’hanno scelto per tagliare carne cruda, verdure etc.
I taglieri realizzati in bamboo sono tra i più leggeri che puoi trovare.
Essendo un materiale molto leggero il che rende i taglieri pratici e facili da maneggiare.
Provenendo da fonti rinnovabili, si tratta di un prodotto eco sostenibile.
Risulta essere la scelta più ecologica tra tutti i materiali in questa lista, è anche molto resistente alle fonti di calore.
I taglieri di questo materiale sono disponibili in tantissime varietà di forme e colorazioni in base a gusti ed esigenze.
I coltelli possono graffiarsi a contatto con il bamboo data la sua durezza e nel tempo potrebbe sviluppare crepe, che ne riducono la bellezza e potrebbero facilitare la presenza di batteri.

Taglieri in Vetro, taglieri in Granito, Taglieri in Ceramica

tagliere in vetro temperato

Un tagliere realizzato in vetro è una scelta molto popolare oggigiorno.
Non ha la durezza di una pietra ma è a ogni modo ben resistente per la maggior parte delle attività di taglio.
Il granito invece offre una superficie di taglio molto più solida e resistente. Molti taglieri sono prodotti con vetro di tipo temperato, un vetro estremamente resistente che viene saldato insieme.
Uno dei vantaggi del vetro è la sua facilità di pulizia. Va bene sia a mano che in lavastoviglie.
Inoltre non sono soggetti a macchie e a odori.
Esistono però anche degli svantaggi, secondo il parare di alcuni esperti il vetro sarebbe la superficie più dannosa perla manutenzione dei coltelli.
La superficie del vetro è estremamente dura, per questo è consigliabile adoperare coltelli affilati preferibilmente in acciaio inossidabile.
Un altro svantaggio è che sono fragili, per cui presta massima attenzione quando li maneggi.

granito tagliere

Taglieri da cucina in Plastica

taglieri colorati in plastica
taglieri colorati in plastica generi alimentari

I taglieri di plastica sono fantastici per tanti vantaggi, sia per esperti che per cuochi alle prime armi.
Facili da pulire, anche in lavastoviglie tendono a non macchiarsi facilmente.
La plastica è un materiale leggero ed economico, sarà anche facile dividerli in base al colore per tipologia d’ingrediente che affetterai, ad esempio verde per le verdure, rosso per i dolci e cosi via.
Non sono durevoli, e richiedono una costante sostituzione, non il massimo anche da un punto di vista ambientale.
Lo svantaggio principale è che sono porosi, il che significa che gli odori e l’umidità possono contaminare facilmente il tagliere. I batteri possono crescere sotto la superficie e contaminare il tuo cibo.
La plastica non è auto rigenerante, né ha caratteristiche antibatteriche, questo può essere un enorme problema di sicurezza alimentare.
Talora si fosse propensi all’acquisto di un simile tagliere consigliamo di prenderne uno realizzato con una buona plastica.

Taglieri in Legno

tagliere legno
tagliere in legno piatto da portata

Se sei alla ricerca di un tagliere più economico di uno in vetro o plastica il legno può essere l’ideale.
Si tratta di uno dei migliori materiali disponibili, tra i migliori il teak, l’acero e l’acacia.
Questi tipi di legno sono quelli meno porosi e quindi assorbono la minor quantità di acqua possibile e riducendo cosi il proliferare di eventuali batteri sulla superficie.
Questo tipo di taglieri hanno proprietà auto rigeneranti e batteriche uniche che riducono la contaminazione incrociata e i casi d’intossicazione alimentare.
Sono ottimi quindi per il taglio di carni, verdura, frutta o quant’altro.
Tra gli altri vantaggi possiamo dire che sono facili da pulire, sono antiscivolo e deperiscono meno in fretta di altri materiali.
Tra gli svantaggi i taglieri in legno tendono a macchiarsi facilmente, sebbene facili da pulire se non asciugati tempestivamente potrebbero marcire e quindi essere antigenici provocando possibili contaminazioni batteriche.

Taglieri da cucina in silicone

taglieri in silicone

La silice è una sostanza naturale che si trova in natura. Si tratta di un materiale sempre più diffuso in cucina. Facile da lavare anche in lavastoviglie. I taglieri sono leggeri e non si frattura se cade però comunque rimane un materiale fragile. Si scheggerà, si sbuccerà e si deteriorerà, e per questi motivi non è una buona opzione per un uso intenso e per essere pulito approfonditamente.
Se proprio volete ricadere su questa scelta suggeriamo un tagliere di silicone Platinico che resiste alle alte temperature, come ad esempio il forno. É flessibile antiaderente ed elastico.

Taglieri da cucina realizzati in Marmo

taglieri in marmo

Il marmo è uno dei migliori materiali per realizzare un tagliere.
Sono un fantastico oggetto d’arredamento in qualsiasi parte dell soggiorno o della cucina decidiate di metterli.
Li troviamo di diversi colori design e forme. Sono molto resistenti e non si possono scheggiare nei bordi a causa del contatto coi coltelli. I professionisti prediligono questo genere di taglieri, impiegandoli al ristorante o presso la propria abitazione. Nella scelta di un tagliere in marmo sarà importante prenderne uno che sia durevole e che sia facile da pulire e igienizzare.
Il loro svantaggio principale risiede nel fatto che possono essere molto costosi e non di facile reperibilità nei negozi fisici.

Conclusioni

Ci sono molti materiali per realizzare un tagliere per la preparazione dei cibi.
Selezionare quello giusto per te ti aiuterà a prolungare la vita dei tuoi coltelli.
Quindi considera cosa stai cercando in un tagliere prima di effettuare un acquisto. Utilizzare i suggerimenti (vantaggi e svantaggi per ogni materiale) descritti sopra e quindi scegliere il prodotto giusto per il tagliere. Scegli un tagliere con un materiale adatto che soddisfi le tue esigenze e aspettative ! Inoltre, fai le tue ricerche in anticipo per assicurarti che il produttore offra una garanzia. Cosi in caso non faccia per te, potrai comunque restituirlo.

This entry was posted in Casa, Cucina and tagged , . Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*